Azienda
Azienda

Cascina Gilli è nel basso Monferrato, tra Castelnuovo Don Bosco e Albugnano, su una dorsale di colline di terra bianca, completamente coltivate a vigneto e da sempre terroir d’elezione di vini particolarmente profumati e ricchi di corpo. Composta da uno storico edificio del 1700 e da circa 14 ettari di terreno circostante, Cascina Gilli è gestita dal 1983 da Gianni Vergnano, che con un lavoro attento e appassionato, ha saputo collocare l’azienda tra le più affidabili e prestigiose del panorama piemontese.
Gran parte del lavoro svolto in questi anni è stato dedicato al recupero dei vitigni storici appartenenti a queste colline e a oggi Cascina Gilli è conosciuta e apprezzata per la sua Freisa, la Barbera, la Bonarda piemontese e la Malvasia di Castelnuovo Don Bosco.

Le prime bottiglie di Cascina Gilli furono quelle di una Freisa Ferma Vendemmia 1985, che meritarono da subito l’inserimento nel primo numero della guida del Gambero Rosso.
Pochi anni dopo, l’acquisto delle autoclavi (vasche necessarie alla lavorazione dei vini dolci) ha permesso di vinificare in azienda anche la malvasia, un vino dolce dai sorprendenti profumi e di grande piacevolezza al palato, che ha riscosso in campo nazionale ed internazionale importantissimi riconoscimenti.
Trent’anni di lavoro possono sembrare molti, ma non lo sono nel vino, dove per riscoprire una varietà dimenticata occorre selezionare le piante, moltiplicarle, attendere una loro maturità affinché possano esprimere un frutto di qualità, e poi ogni anno procedere alle sperimentazioni di vinificazione, variando temperature, giorni di macerazione, durata dei rimontaggi, utilizzo del legno, tempi di affinamento in un crescere di esperienze che pongono sempre nuove domande.

Se si percorre la sinuosa strada che attraversa i vigneti e le colline che conducono verso Nevissano e l’Abbazia di Vezzolano, non si può non notare la bella villa padronale della Cascina Gilli, che circondata da larghe distese di vigneti, emerge con la sua torretta ocra, gli ampi terrazzi porticati e il bel parco circostante. È una villa del 1700 ristrutturata dalla famiglia Vergnano rispettandone attentamente la struttura originaria.
Accanto alla villa, la rustica cascina, ricostruita nell’ottocento con la piacevole e accogliente sala dove organizziamo le nostre degustazioni.
Le vecchie cantine padronali con le belle volte in mattone erano già anticamente utilizzate come locali di vinificazione, mentre oggi sono diventate luogo di affinamento per il vino posto in barriques. Le nuove tecnologie e la maggiore superficie coltivata a vigneto hanno richiesto la costruzione di una nuova cantina moderna e funzionale che è stata costruita seminterrata, per ridurre al massimo l’impatto sull’incontaminato ambiente circostante. Accanto ad essa la sede degli uffici.

Le colline di terra bianca sulle quali sorge la Cascina Gilli ben si differenziano dal resto del territorio. Infatti la terra di queste colline è composta, come quella di Langa, da marne argillose grigio azzurre e da sempre ha prodotto vini ricchi di corpo e profumi.
I vigneti si estendono tutto intorno alla Cascina e sul bricco di Cornareto nel comune di Castelnuovo Don Bosco, nonché sulla vicina collina di schierano (comune di Passerano Marmorito) dove trovano collocazione le prime scelte del Malvasia, Barbera e Bonarda.
La conduzione diretta dei vigneti unita alla diminuzione delle rese per ettaro ci ha permesso di ottenere uve ben mature, sane, ricche di grado. L’alta qualità delle uve, abbinata a una corretta e moderna vinificazione, ci ha permesso di produrre vini che, partendo dalla tradizione piemontese, sanno esprimere grande eleganza e indiscussa qualità.

Partendo dal presupposto che il vino non può essere gesto d’autore, nè mera intuizione di un singolo, Gianni Vergnano ha saputo nel tempo scegliere validi e appassionati collaboratori con i quali ha portato avanti un lavoro di ricerca, sperimentazione e confronto.
Nel vigneto da più di trenta anni Giovanni Matteis sovrintende e cura tutta la produzione delle nostre uve. In cantina l’enologo Gianpiero Gerbi, figlio dello stimato Prof. Gerbi, segue con passione la sperimentazione e l’evoluzione del vino, mentre il giovane figlio Paolo Vergnano è responsabile della commercializzazione. Luisa Raffaelli, architetto e madre di Paolo, ha curato nel tempo, con un linguaggio sapiente e raffinato, la progettazione della Cascina Gilli, della cantina, dei locali di accoglienza e degustazione e dell’abitazione della sua famiglia.